Archviz 6Days
Full-Immersion

Corso di modellazione 3d
e rendering fotorealistico
con Cinema 4D + V-Ray
a cura di Angelo Ferretti

l' archviz 6DAYS FULL-IMMERSION è un corso
di modellazione 3D e rendering fotorealistico
a cura di Angelo Ferretti
dedicato a chi opera nei settori architettura e design (ma non solo)
e concentrato sull'apprendimento di 2 software:

CINEMA 4D + V-RAY

Lo scopo del corso è quello di fornire
a tutti i partecipanti, oltre a una profonda
conoscenza dei software,
tutte le abilità per realizzare eccellenti
visualizzazioni 3D
per l'architettura e il design.

guarda la gallery dei render realizzati dai corsisti

Milano dal 19 al 24 giugno 2017

Impact HUB |
Quota di iscrizione 845 € + IVA |
Posti disponibili 5/15

Milano dal 5 al 10 giugno 2017

Impact HUB |
Quota di iscrizione 845 € + IVA |
Posti disponibili 0/15

Milano dal 22 al 27 maggio 2017

Impact HUB |
Quota di iscrizione 845 € + IVA |
Posti disponibili 1/15

Verona dal 8 al 13 maggio 2017

BentoBox.pro |
Quota di iscrizione 845 € + IVA |
Posti disponibili 0/15

Milano dal 3 al 8 aprile 2017

Impact HUB |
Quota di iscrizione 845 € + IVA |
Posti disponibili 0/15

Roma dal 6 al 11 marzo 2017

Polo Didattico |
Quota di iscrizione 845 € + IVA |
Posti disponibili 0/15

Milano dal 20 al 25 febbraio 2017

Impact HUB |
Quota di iscrizione 845 € + IVA |
Posti disponibili 0/15

Milano dal 6 al 11 febbraio 2017

Impact HUB |
Quota di iscrizione 845 € + IVA |
Posti disponibili 0/15

Verona dal 23 al 28 gennaio 2017

BentoBox.pro |
Quota di iscrizione 845 € + IVA |
Posti disponibili 0/15

sei uno studente?
scopri i tuoi vantaggi.

Attestato ufficiale Lucydreams + CFU + Sconto del 15%

La procedura per il riconoscimento e il numero dei CFU riconosciuti varia da Ateneo ad Ateneo,
ed è a discrezione della tua Facoltà. Per saperne di più chiedi maggiori informazioni alla tua segreteria didattica.

Obiettivi del corso

Il rendering ti aiuta a comprendere meglio gli spazi progettati,
ma soprattutto ti fa scoprire le emozioni che potresti provare
quando vivrai quegli spazi.

In architettura, considerare il rendering un contorno superfluo ai fini della buona riuscita di un progetto è un grande errore. Nel settore dell'architettura e del design, il rendering e le animazioni 3D rappresentano la comunicazione del progetto, e giocano un ruolo cruciale: il rendering serve a presentare il progetto al pubblico, che si tratti di un cliente, di una commissione di laurea, della giuria di un concorso o di un architetto per cui lavorate. Il modo in cui viene presentato al pubblico può determinare il successo o il fallimento del vostro progetto.

Con il termine ARCHVIZ (da Architectural Visualization) si indica un'immagine generata al computer dedicata al mondo dell'architettura. Un'immagine di questo tipo dovrebbe raccontare un progetto, descriverne forma e struttura senza deformazioni prospettiche, valorizzare i suoi aspetti positivi, rappresentarlo con una luce gradevole, con il maggior realismo possibile, ma soprattutto... dovrebbe emozionare. E l'emozione non è una conseguenza automatica dell’uso corretto dei settaggi di render.

Dimentica ciò che credi di sapere

Per raggiungere un livello superiore devi sviluppare anche altre abilità oltre a quelle tecniche. La grande potenza comunicativa che hanno le immagini dei grandi artisti 3D contemporanei non è legata alla RAM o al numero dei processori del loro computer o alla qualità della tavoletta grafica che utilizzano. Per creare immagini tecnicamente impeccabili e al tempo stesso capaci di emozionare il proprio pubblico è necessario uscire dal mondo dei parametri tecnici e imparare a comunicare attraverso la luce, i colori, la composizione fotografica, lo storytelling. Solo usando consapevolmente il potere della comunicazione visiva l'uso corretto dei parametri del software avrà una reale utilità. Fino a quel momento saremo in balìa del nostro istinto, della fortuna (che potrebbe non essere sempre dalla nostra parte) e delle richieste del cliente.

Già lo fai, ma puoi migliorare

Se ti iscrivi al corso per affinare gli strumenti che possiedi, vuol dire che conosci già una parte delle tecniche che verranno illustrate nelle lezioni e nelle esercitazioni, ma probabilmente hai imparato a far funzionare il software senza nessuna guida (dimostrando grande determinazione!) e quindi è possibile che non lo usi al meglio. Se ti senti così, ti risulterà molto facile riordinare le tue conoscenze, approfondirle e acquisire maggiore velocità ed efficienza. Il salto di qualità a cui stai aspirando è dietro l’angolo: scoprirai che i software con cui litighi tutti i giorni possono trasformarsi in potenti alleati e regalarti divertimento e grandi gratificazioni. Perché usare Cinema 4D e V-Ray per dare un volto ai tuoi progetti e alle tue visioni creative è divertente, specialmente quando capirai quanto è facile e come funziona bene!

Un passo alla volta

Tutti i temi vengono affrontati a partire dalle basi, con un linguaggio semplice, tante illustrazioni e molti esercizi pratici distribuiti nell’arco della giornata, che saranno al tempo stesso formativi, divertenti e con un tasso di difficoltà che cresce dolcemente. Partiamo sempre dalle basi ma (talvolta nell’arco della stessa giornata) arriviamo ad usare anche tecniche e strumenti di livello professionale e molto avanzato, senza correre e senza mai lasciare nessuno indietro. Il nostro obiettivo è far sì che al termine di ogni giornata tutti i partecipanti abbiano capito tutto e siano riusciti a completare con successo gli esercizi, per poi tornare a casa con un bagaglio di nozioni certamente importante da digerire ma con uno scenario limpido sugli argomenti affrontati e sugli strumenti usati. E soprattutto con tutta la documentazione necessaria (PDF e video tutorial) per continuare a studiare e crescere in autonomia.

Il workshop finale, a cui ti accompagneremo rimanendo sempre al tuo fianco, sarà l’occasione per poter affrontare la produzione della tua prima immagine con un nuovo metodo e una nuova filosofia di sviluppo. Sarai tu stesso a sorprenderti dei risultati.

Programma del corso

giorno #1

Introduzione

- Istruzioni per l’uso: come ottenere il massimo da questo corso
- Le 4 fasi dell’apprendimento di Henrik Fexeus
- Cos’è lo “Storytelling": l’obiettivo principale è il realismo emozionare il nostro pubblico
- Dritto al cuore: la poetica dell’immagine nel rendering e in fotografia (a cura di Angelo Talia)

StartUp

- Introduzione a Cinema 4D: interfaccia, filosofia di utilizzo e impostazione delle preferenze
- Potenzialità delle primitive parametriche: cosa sono e come usarle nella modellazione base
- Personalizzare lo stile della viewport: Gouraud shading VS Fil di ferro
- OpenGL: che cos’è e come usarlo per fluidificare il lavoro
- Primi passi nello spazio tridimensionale: come navigare nello spazio 3D senza impazzire
- Fare ordine nel progetto attraverso i gruppi: l'uso intelligente del sistema "Genitore-figlio”
- Comandi principali: come spostare, scalare e/o ruotare un oggetto 3D
- Spostamenti liberi VS controllo numerico: pro e contro delle due filosofie di lavoro
- La “Quantizzazione" degli spostamenti e l’uso del sistema di SNAP: la precisione su Cinema 4D esiste!

Modellazione Base

- Assemblare primitive 3D per creare oggetti di design più articolati
- Somme Booleane: creare forme complesse attraverso la composizione di forme semplici
- Pro e contro dell’uso delle Booleane
- Usi pratici della Booleana in architettura e design
- Scorciatoie da tastiera e altri metodi per diventare più veloci nel lavoro

Prime sessioni pratiche di modellazione base

Importazione di modelli 3d da altri software

- Importare un file 3D nello spazio di lavoro di Cinema 4D: differenze tra i vari formati
- Scala, posizione nella viewport, gestione dei livelli e dei materiali residui e altri problemi frequenti nella gestione dei modelli importati (e come risolverli)
- Creare il modello 3D di un appartamento a partire da un disegno 2D in formato DWG
- Superfici sovrapposte e poligoni degenerati: come individuarli ed eliminarli
- Ottimizzazione dei poligoni e controllo delle “Normali": gli effetti collaterali della mancata ottimizzazione
- La smussatura dei bordi "non distruttiva" e i benefici in fase di render
- Centrare gli assi in due mosse: la gestione dei baricentri su Cinema 4D
- Come ritrovare oggetti 3D smarriti nella viewport

Modellazione NURBS

- SPLINE e Generatori: la materia prima per la modellazione NURBS
- Come disegnare SPLINE ortogonali e con misure: la precisione su Cinema 4D esiste (parte 2)!
- Impostazione di un disegno di riferimento
- La gestione delle curve (regolari e libere) con la smussatura dei punti e l’interpolazione morbida
- Generare modanature ed estrusioni semplici con l’Estrusione NURBS
- Modellare oggetti torniti con la Rotazione NURBS
- Creare superfici a curvatura complessa con il Loft NURBS
- Realizzare cornici ed estrusioni lungo un binario con il Sweep NURBS

Esercitazioni pratiche di modellazione NURBS

Spazio alle domande: laboratorio di risoluzione dei problemi e chiarimento dei dubbi (fino alle 19,30)

giorno #2

Modellazione Avanzata

- L'esplosione degli oggetti e la modifica dei punti/bordi/poligoni
- Creare nuovi poligoni e correggere le anomalie degli oggetti importati con la Penna Poligono
- Comandi principali per la modellazione poligonale: Estrudi ed Estrudi Internamente
- Modellare con le misure e gli SNAP: la precisione su Cinema 4D esiste (parte 3)!
- Tagliare superfici (liberamente, lungo un piano, con più piani e/o in parti uguali) con il Coltello
- Spostare, scalare e/o ruotare i poligoni globalmente e localmente

Esercitazioni pratiche di modellazione poligonale

Modellazione organica

- Lowpoly VS Highpoly: princìpi di base della modellazione organica
- La gestione del Phong per lo smooth virtuale delle superfici curve
- La Superficie di Suddivisione (HyperNURBS) e il suo uso nella modellazione di forme organiche
- Come controllare la SDS nella modellazione di vasi organici e sedie fluide
- Cuscini e cuciture (semplici e complesse): come ottenere il massimo in pochi clic
- Capintonné e bottoni: come modellarli alla perfezione partendo da forme solide
- Aggiungere le pieghe sui cuscini con lo Sculpting di Cinema 4D
- Panoramica sull’uso dello Sculpting in architettura e design
- Metaball: la fusione delle sfere per ottenere forme organiche
- Come convertire una geometria 3D in una struttura reticolare con un clic: la Schiera Atomo di Cinema 4D

Esercitazioni pratiche di modellazione organica

Settaggi di render di V-RAYforC4D 1.9/3.4

- Primi passi con V-RAYforC4D: mettere in moto il motore e impostare i parametri essenziali
- L’uso intelligente dell’Antialiasing generale per eliminare gli effetti di scalettatura
- Color Mapping: differenze tra i vari tipi e come usarli per ottenere il massimo dal motore di render
- Che cos’è la correzione Gamma 2.2: un mistero svelato
- Gestire la Global Illumination (GI) in 2 mosse, ovvero: come controllare macchie e tempi di render senza impazzire
- Eliminare le macchie con intelligenza: il paradosso del "work in progress"
- Strategie e tecniche avanzate per ridurre i tempi di render in situazioni critiche
- Differenze principali tra V-RAYforC4D 1.9 e V-RAYforC4D 3.4
- La gestione del noise nel nuovo V-RAYforC4D 3.4
- Rendering Progressivo VS Rendering Bucket: quale scegliere e perché (solo con V-RAYforC4D 3.4)
- Renderizzare un solo oggetto del file con la funzione Render Mask (solo con V-RAYforC4D 3.4)
- Come risparmiare tempo sull'impostazione dei settaggi senza diventare schiavo dei "Preset"

Tecniche di illuminazione per esterni

- Princìpi base nell'illuminazione di un esterno: analisi e riproduzione di un riferimento fotografico
- Il potere della luce naturale: come ottenere il massimo dal Physical Sun e dal Physical Sky
- Manipolare le ombre del sole: morbidezza, densità, colore e i loro effetti sulla percezione dell’immagine
- Illuminare un'esterna con luce morbida: le luci “Dome” e l'uso delle HDRi diurne
- La luce del cielo e il bilanciamento del bianco negli esterni

- Il fascino del notturno: la Blue Hour e i colori complementari
- Illuminazione notturna e crepuscolare con Area Dome, HDRi e luci Omni
- Gestione avanzata delle luci Omni: decadenza, temperatura, potenza in Watt, morbidezza delle ombre
- Obiettivi decentrabili: cosa sono e come usarli per migliorare le inquadrature esterne
- Suggerimenti pratici per il posizionamento delle telecamere in un progetto esterno
- Prospettive oblique VS prospettive frontali: gli effetti sull'efficacia della comunicazione
- Nozioni base di composizione dell’immagine (a cura di Angelo Talia)

Prime sessioni pratiche nell’utilizzo di V-Ray

giorno #3

Tecniche di illuminazione per interni

- Princìpi base nell'illuminazione di un interno: 3 casi studio d’autore
- Potenza dell'inquadratura: la lunghezza focale e la percezione della prospettiva
- La forza del progetto: suggerimenti pratici per la ricerca delle inquadrature migliori

- Cosa sono le Luci Area e come usarle nel modo giusto durante l’illuminazione di un interno
- La V-Ray Physical Camera e l'esposizione del render: come controllare la quantità di luce nell’immagine
- Sensibilità sensore, tempi di esposizione, apertura di diaframma: come usarli senza diventare matti

- I segreti dell’esposizione perfetta: le bruciature delle finestre e le fotografie impossibili
- Come migliorare le inquadrature in ambienti piccoli attraverso i “Piani di clipping”

- Illuminare un interno in versione notturna con la “tecnica delle isole”
- Luci Area Dome, HDRi, luci artificiali (Area, Omni, IES): come usarle nel modo giusto
- Luci Area mesh, ovvero: come trasformare un oggetto 3D in una sorgente luminosa

- Nozioni avanzate di composizione dell'immagine (a cura di Angelo Talia)
- Teoria del colore: la ruota dei colori e gli abbinamenti ragionati
- Imparare dal Cinema: casi studio d’autore nell’uso del colore nei film
- Psicologia dei colori: il significato dei colori e l'origine delle emozioni

Esercizi pratici nell’illuminazione di un interno

Materiali V-Ray base

- Le basi dei materiali V-Ray: creazione, gestione, modifica, applicazione agli oggetti
- Come creare la propria libreria di materiali V-Ray e come usarli in diversi progetti
- Texture fotografiche e “Shader procedurali” : come usarli per ottenere il massimo del realismo
- Gli strumenti di Cinema 4D per il disegno delle texture procedurali: Disturbo, Ripeti, Fresnel
- Come modificare tonalità/saturazione/lumionistà/contrasto di una texture con il “Filtro” interno di Cinema 4D
- Mixare più texture all'interno di un materiale: le potenzialità delle texture multilivello
- La proiezione delle texture: posizionamento, scala e rotazione delle texture sul modello
- L'effetto dei materiali e dei colori sull'esposizione del render

Sessione pratica di texturing base

giorno #4

Materiali V-Ray avanzati

- Riflessione e specularità: i fenomeni ottici da assecondare per ottenere il massimo del realismo
- "Togli il Fresnel metti il Fresnel": l’approccio migliore per replicare riflessioni realistiche
- Riflessioni lucide VS opache: il Glossiness e le mappe di riflessione
- Materiali per l’architettura: approfondimenti
- Simulare una superficie ruvida con il canale Bump
- Quando il Bump non basta: il DisplaceMaterial e gli usi pratici in architettura e design
- Materiali luminescenti: qualsiasi oggetto può diventare una sorgente di luce (parte 2)
- Riflessioni avanzate: riprodurre serigrafie su vetri e metalli con la Glossiness map
- Il vetro in architettura e design: parametri base ed effetti speciali
- Erba e tappeti “pelosi”: come crearli in modo semplice con con il V-Ray Fur
- La “traslucenza”: come ottenere effetti realistici su tende, carta e altri materiali frequenti nei render di architettura
- L'importanza delle referenze e l’arte di replicare gli effetti delle immagini di riferimento

- Dove trovare le giuste fonti di ispirazione per la fase di texturing
- Dove scaricare texture e librerie di materiali per Cinema 4D e V-Ray

Esercizi pratici di riproduzione di materiali avanzati

illuminazione still-life

- Come creare una visualizzazione da catalogo: casi studio d'autore e princìpi di base
- La struttura di un set fotografico virtuale per la produzione di immagini di tipo "still-life"
- Questione di atmosfera: l'interpretazione del soggetto e il linguaggio della luce
- La caccia al chiaroscuro perfetto

- Ottenere il massimo dalle Luci Area: parametri base e avanzati
- “Focus”: come usare la messa a fuoco di V-Ray in modo intelligente per incrementare il realismo

Esercizi pratici di produzione

giorno #5

Fotoinserimento

- Regola numero 1: comprendere la prospettiva (orizzonte, profondità, altezza del punto di vista)
- Allineare la prospettiva del 3D con quella della foto in 3 mosse
- Imitare le condizioni di illuminazione di una foto
- Foto sferiche: a cosa servono e come produrle con l’App di Google “Street view”
- L'inserimento di un oggetto 3D in una foto attraverso il tag V-Ray Compositing

Sessione pratica di fotoinserimento

Multipass

- Il Multipass manager di V-Ray: “smontare” gli effetti visivi del render (riflessione, ombre, GI, luci, trasparenze) e ricomporli in post-produzione
- Creare maschere in bianco e nero di singoli oggetti e materiali con l'Object Select e il Material Select
- Potere della Z-depth, ovvero: come creare foschia ambientale e profondità di campo in post- produzione (risparmiando tempo sul render)

Post-produzione

- Dal render base all'immagine ad alto impatto visivo: le potenzialità della post-produzione e la filosofia "non distruttiva"
- Come potenziare l'impatto del render in maniera flessibile con livelli di regolazione, filtri avanzati e maschere
- Sfruttare i canali colore per scontornare alla perfezione anche le immagini più complicate
- Inserire un prato in post-produzione: le regole fondamentali per evitare gli errori di prospettiva
- Aberrazioni cromatiche, bagliore diffuso e altre tecniche per incrementare la carica emotiva dell'immagine
- Luci volumetriche, lens flare e altri effetti di luce in post-produzione

- Il workflow di Alex Roman: i segreti del successo di "The Third & the Seventh"
- A caccia di tesori: dove trovare risorse gratuite per la post-produzione avanzata

Esercizi pratici di post-produzione

giorno #6

Marvelous Designer

- Introduzione e panoramica sulle funzionalità di Marvelous Designer
- Primo avvio, personalizzazione delle preferenze, interfaccia, navigazione nello spazio 3D
- Importare un oggetto 3D modellato con Cinema 4D in ambiente Marvelous Designer
- Comandi principali: creare, spostare, scalare e ruotare i pezzi di tessuto
- Come ammorbidire i tessuti in modo naturale con il “Particle Distance”

- Come modellare una tovaglia adagiata su un tavolo e un asciugamano appeso a un supporto
- Come modellare le pieghe di un tappeto o di un lenzuolo con la funzione "Shrinkage"
- Come modellare un cuscino e un puff sfruttando la funzione "Pressure"
- Come modellare una trapunta imbottita adagiata su un letto
- Come disordinare manualmente la geometria dei tessuti per renderli più naturali e realistici

Dalla Passione alla Professione

- Deadline, budget dedicato, risorse hardware a disposizione: benvenuti nel mondo del lavoro
- "Quanto costa un rendering?": le variabili che influiscono nella stesura del preventivo
- Suggerimenti pratici per la costruzione del proprio portfolio online
- Strategie di promozione sul web: l'importanza della qualità nella presentazione dei propri lavori
- La presentazione del progetto e lo storytelling in architettura e design

Workshop finale (8 ore)

8 ore dedicate alla pratica e alla condivisione/soluzione delle problematiche individuali

...e una volta finito il corso?

Attestato ufficiale
Lucydreams di Primo Livello

A tutti i partecipanti (che avranno frequentato almeno l'80% delle lezioni) verrà rilasciato un Attestato ufficiale LucyDreams di Primo Livello, che da diritto al 20% di sconto su qualsiasi altro corso offerto da LUCYDREAMS.

Dispense riassuntive
in formato pdf

A fine giornata, una dispensa riassuntiva in formato PDF ti aiuta a ripercorrere le tecniche affrontate durante le lezioni, con illustrazioni ed esercizi da portare a termine per fissare meglio i concetti.

gruppo di supporto
online disponibile h24

Nel gruppo potrai condividere i risultati del tuo lavoro, chiedere consigli ai docenti su come procedere nelle tue produzioni e trovare le soluzioni ai tuoi problemi.

7 giga di risorse
e videotutorial

Inclusi nella quota di iscrizione ottieni 7 GIGA di risorse tra Texture, HDRi, modelli 3D, progetti completi e "render-ready”, PSD con tutti i livelli (da smontare e analizzare) VideoTutorial esclusivi di approfondimento.

file di riferimento
e materiale didattico

Confronta le impostazioni dei settaggi di render, camere, luci e materiali con i file pre-configurati e saprai che sei sulla buona strada.

portfolio gratuito
con starflyt.com

Inizia da subito a farti conoscere pubblicando i tuoi rendering sul tuo sito web esclusivo, semplice da modificare e con un layout essenziale ed elegante. E che sarà totalmente gratuito per sempre. Guarda un esempio »

Iscrizione

requisiti

L' Archviz 6Days Full-immersion è un corso di modellazione 3D e rendering fotorealistico dedicato principalmente al settore dell'architettura e del design, rivolto a studenti, laureati, professionisti e appassionati del settore.

Per poter partecipare al corso è necessario avere un computer portatile.

Per massimizzare l'apprendimento è gradita (ma non richiesta) una conoscenza base di Cinema 4D e Photoshop, e un minimo di agilità nel muoversi tra le schermate di un sistema operativo.

Quota di iscrizione

L'iscrizione al corso è considerata definitiva soltanto dopo il pagamento della quota di partecipazione pari a 845 € + IVA, da versare entro e non oltre la deadline e in una delle modalità indicate sulla domanda di partecipazione.

Sconti
e agevolazioni

Studenti Universitari / iscritti ad un Master (-15%)
A tutti gli studenti universitari (iscritti a qualsiasi Facoltà di qualsiasi Ateneo) o iscritti ad un Master è riservato uno sconto del 15% sulla quota di partecipazione. Per usufruire dello sconto è sufficiente allegare al modulo di iscrizione compilato, un documento che attesti l'iscrizione all'Ateneo o al Master.

Ex corsisti Invisible o Master Advanced Archviz o ONEDAY Seminar (-20%)
Hai già frequentato uno dei nostri corsi? Puoi avere uno sconto del 20% sulla quota di partecipazione. Non è richiesta nessuna operazione, è sufficiente compilare il modulo di iscrizione con i tuoi dati.

NB: Gli sconti non sono cumulabili.

Attestato ufficiale Lucydreams

A conclusione del corso, ai Corsisti che avranno frequentato almeno l'80% delle lezioni, verrà rilasciato un Attestato ufficiale LucyDreams di Primo Livello valido anche per l'acquisizione di CFU* e che ti da diritto al 20% di sconto su qualsiasi altro corso offerto da Lucydreams.

* La procedura per il riconoscimento e il numero dei CFU riconosciuti varia da Ateneo ad Ateneo, ed è a discrezione della tua Facoltà. Per saperne di più chiedi maggiori informazioni alla tua segreteria didattica.

aiutaci a trovare
uno spazio

Siamo sempre alla ricerca di nuove location adatte a svolgere i nostri corsi, in tutte le città d'Italia.

Se conosci uno spazio interessante dedicato a corsi, workshop e piccoli eventi, abbastanza grande da ospitare una ventina di persone, nella tua città in un'area piacevole e ben collegata, non esitare a segnalarcelo!

Scrivi una mail a info@angeloferretti.com

Le nostre location
Roma (Rione Monti) [makemake Spazio&Arte]
Verona [BentoBox.pro]
Torino [Toolbox]
Bologna [NH Hotel de la Gare]
Cagliari [Gallery PMA]
Milano [Impact HUB]
Roma (Garbatella) [Polo Didattico]

Frequently Asked Questions

QUANTO COSTA L'ISCRIZIONE AL CORSO?

Il costo dell'iscrizione è di 845,00 € + IVA.

QUANTO DURA IL CORSO?

6 giorni, da lunedì a sabato.

QUALI SONO GLI ORARI DEL CORSO?

9.30-13.00 / 14.00-19.30 le giornate alternano lezioni teoriche, sessioni di esercitazione pratica, e qualche pausa per riposare gli occhi e sgranchire i muscoli.

VIENE RILASCIATO UN ATTESTATO A FINE CORSO?

Sì, a conclusione del corso, ai Corsisti che avranno frequentato almeno l'80% delle lezioni, verrà rilasciato un Attestato ufficiale LucyDreams di Primo Livello valido anche per l'acquisizione di CFU e che ti da diritto al 20% di sconto su qualsiasi altro corso offerto da Lucydreams.
La procedura per il riconoscimento e il numero dei CFU riconosciuti varia da Ateneo ad Ateneo, ed è a discrezione della tua Facoltà. Per saperne di più chiedi maggiori informazioni alla tua segreteria didattica.

È possibile rateizzare il pagamento?

No, il regolamento non prevede rateizzazioni, la quota di iscrizione deve essere versata in un'unica soluzione entro la deadline indicata nella mail di conferma di iscrizione.

È PREVISTO UNO SCONTO PER STUDENTI?

Sì, è possibile usufruire dello sconto per studenti del 15%, inviando un documento che attesti l'iscrizione ad un qualsiasi Ateneo Universitario o ad un Istituto di Formazione.

FINO A QUANDO HO TEMPO PER CONFERMARE LA MIA ISCRIZIONE?

Le iscrizioni saranno chiuse quando non ci saranno più posti disponibili.

Quando verrà riproposto il corso?

Il corso Full-immersion ha cadenza mensile. Nei casi in cui riceviamo tante adesioni ne organizziamo 2 nello stesso mese. In genere ci fermiamo solo nei mesi di agosto, ottobre, novembre e dicembre (questi ultimi 3 sono i mesi in cui si svolge il Master Advanced Archviz, che ci impegna full-time).

CHE SUCCEDE SE MI ISCRIVO E POI PER QUALCHE MOTIVO NON POSSO PIÙ FREQUENTARE IL CORSO?

Puoi richiedere un rimborso della quota di iscrizione o conservare la tua iscrizione per la prossima edizione.

DEVO AVERE UN MIO COMPUTER?

Sì, è necessario avere un proprio computer portatile su cui eseguire le esercitazioni.

Che versioni dei software vengono usate per le lezioni e le esercitazioni?

Le versioni più recenti, Cinema 4D R16/R17/R18 e V-Ray 1.8/1.9/3.4. Le versioni precedenti (C4D 13,14,15 - V-Ray 1.2) vanno bene ma non includono i nuovi strumenti di modellazione e le nuove funzionalità sul rendering introdotte di recente, alcune delle quali saranno oggetto di lezioni ed esercitazioni importanti.

Abito in una città diversa da quella in cui si svolgerà il corso. Ci sono convenzioni con alberghi e B&B della zona?

Non abbiamo convenzioni con strutture ricettive della zona, ma possiamo consigliarti di usare il sito AirBnB.it per trovare una sistemazione comoda a prezzi ragionevoli.

Offrite anche corsi dedicati solo alla modellazione 3D?

Sì, il corso INVISIBLE è dedicato solo alla modellazione 3D in Architettura e Design, con Cinema 4D e Marvelous Designer. Sul sito ufficiale del corso trovi tutte le info su programma, iscrizione, filosofia, risorse fornite: INVISIBLE

Sono un utente esperto di Cinema 4D. Cosa può offrirmi questo corso?

Il Full-immersion offre molte opportunità di crescita, anche agli utenti più esperti. Già dalle prime lezioni le nozioni base vengono integrate con trucchi, suggerimenti e scorciatoie per velocizzare e rendere più produttivo possibile il tuo flusso di lavoro. Facciamo inoltre chiarezza su tutti quei temi che, chi accumula la sua conoscenza con un percorso da autodidatta, tende a scartare perché ritenuti noiosi e privi di importanza, ma che invece influiscono in maniera decisiva sulla qualità di un rendering: la gestione del Profilo Colore e la sua importanza nella fase di post-produzione e stampa, la differenza tra 8/16/32 Bit di Profondità Colore, il salvataggio dei progetti comprensivo di Texture e file esterni di riferimento, la differenza tra i Pixel e i Centimetri e il loro rapporto con i Dpi, la modalità di lavoro “Non distruttiva”, il significato profondo dei settaggi di render chiave (Color Mapping, AntiAliasing, GI).

Offrite anche un corso avanzato, distribuito su un percorso più lungo e profondo, di durata maggiore e più completo?

Se cerchi un percorso più completo, che tratti anche l'animazione, la post produzione video, e più in generale tutti i temi che compongono la preparazione culturale e tecnica di un Render Specialist, prova a valutare una partecipazione al Master Advanced Archviz. Sul sito ufficiale trovi tutte le informazioni: www.masteradvancedarchviz.it

DEVO AVERE QUALCHE PREPARAZIONE DI BASE PER SEGUIRE IL CORSO?

Non è necessario avere nessuna conoscenza per iniziare a frequentare il corso. L'unico requisito è avere una grande passione per la Computer Grafica 3D e per la fotografia. Se non hai mai usato un software di modellazione o di rendering, prova a rompere il ghiaccio leggendo qualche tutorial che ho pubblicato sul mio blog.

DEVO ESSERE NECESSARIAMENTE UN ARCHITETTO PER SEGUIRE IL CORSO?

Per i temi trattati, il programma è rivolto soprattutto ad architetti/designer e studenti di architettura/ingegneria che desiderano potenziare, raffinare o riordinare le proprie capacità e conoscenze, ma è aperto anche a chiunque voglia scoprire i segreti della Computer Grafica 3D e utilizzarla nei suoi molteplici campi di applicazione (architettura, design, arte, pubblicità, automotive, animazione, illustrazione scientifica, medicina).

Ci sono degli assistenti che offrono supporto ai corsisti durante le lezioni oltre al docente principale?

Tutti i corsisti sono seguiti costantemente, sia durante le lezioni che durante gli esercizi, questo perché oltre al docente principale il team è composto da altri 3/4 render specialist (Angelo Talia, Laura Savelli, Sabrina Coletta e Alessandro Trigila) che a rotazione offrono supporto ai corsisti mentre chi spiega è collegato al proiettore ed è occupato a illustrare i comandi e le tecniche a tutto il gruppo.

Se dopo la fine del corso ho dei dubbi o dei problemi ad eseguire gli esercizi correttamente posso contattare i docenti per avere consigli o suggerimenti?

Alla fine del corso rimaniamo sempre a disposizione dei nostri ex-corsisti per qualsiasi chiarimento, sia tramite email che sul gruppo di supporto online. Sulle dispense sono illustrati tutti i temi affrontati a lezione passo dopo passo, e i file pre-impostati da consultare dopo la fine del corso ti aiutano a confrontare le impostazioni e capire se stai sbagliando qualcosa. Ogni nostro ex-corsista può rifrequentare senza impegno e quando vuole (in base alle disponibilità di posti) o anche solo assistere di nuovo a qualche lezione, quando sente il bisogno di un ripasso.

Fate anche corsi privati, individuali o in azienda, personalizzati secondo le esigenze dei singoli?

Sì, il team dei docenti è disponibile anche per corsi privati, individuali o aziendali. Il corso può essere progettato secondo le tue esigenze, basta capire quali sono i tuoi obiettivi, dove vuoi arrivare, quali temi vuoi approfondire, che tipo di esercitazioni vuoi svolgere. Una volta messo a fuoco il programma del corso e quantificata la mole e il livello di difficoltà degli argomenti da trattare, si può iniziare a stabilire un tempo necessario per affrontarli, fissare le date in funzione degli impegni reciproci e definire un costo per le lezioni. Per avere maggiori info scrivi una mail a info@angeloferretti.com

Non amo le full-immersion. Offrite anche altri tipi di corsi?

Se non puoi assentarti dal lavoro o lasciare gli studi per una settimana intera (o più semplicemente non ami le full-immersion), il corso Archviz ONEDAY Seminar potrebbe essere quello che fa per te: un corso di Cinema 4D e V-Ray che si svolge SOLO IL SABATO, composto da 10 giornate (per un totale di 100 ore di formazione) che approfondiscono gradualmente temi specifici e sono dedicate a chi opera nei settori architettura e design e cerca un'alternativa ad un corso full-immersion, per le ragioni più svariate o più semplicemente perché non ama questa formula. L'esperienza finale trasmessa dal ONEDAY Seminar equivale a quella di un corso completo e molto approfondito, con i vantaggi di poter frequentare senza togliere tempo allo studio o assentarsi dal lavoro, oltre ad avere più tempo a disposizione per esercitazioni e pratica durante la settimana. Per tutte le info visita il sito del corso: ONE DAY SEMINAR

Nella gallery vedo principalmente rendering interni. Quelli esterni vengono affrontati con la stessa importanza?

Il workshop finale prevede un tema a scelta tra quelli proposti dai docenti, e nella maggior parte dei casi i corsisti hanno deciso di confrontarsi con un render di interni, perché più richiesti e tendenzialmente di maggiore impatto. Ma i concetti illustrati, dalla gestione della camera alle impostazioni del motore di render, dall’inserimento delle luci alla creazione dei materiali, fino alla produzione e post-produzione dell’immagine, sono adattabili a entrambe le situazioni (interno/esterno). E il tema del rendering di esterni ha un ruolo da protagonista, quanto quello del rendering di interni.